Lunedì, 15 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
IL CASO

Sorelle morte al 'Pugliese' di Catanzaro: emergono ulteriori elementi da una perizia

di
ospedale di catanzaro, ospedale pugliese, perizia, sorelle morte al Pugliese, Alessandro Rosselli, Antonella Rosselli, Nadia Rosselli, Catanzaro, Calabria, Cronaca
L'ospedale Pugliese-Ciaccio

Si aggiunge un nuovo tassello giudiziario alla vicenda che riguarda la morte di due sorelle, avvenuta a distanza di tre anni l'una dall'altra, all'ospedale Pugliese. Il padre, Alessandro Rosselli, non si è mai rassegnato al fatto di aver perso entrambe, Nadia e Antonella, peraltro nello stesso nosocomio, ritenendo necessario chiarire se vi siano state responsabilità di natura medica. Le sue denunce da tempo “rimbalzano” negli uffici giudiziari e più volte il signor Rosselli si è opposto alle richieste di archiviazione, in ultimo a dicembre scorso.

Nel frattempo, però, in sede civile è arrivata una sentenza di rigetto della richiesta di risarcimento da lui avanzata nei confronti dell'Azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” per quanto riguarda la morte della figlia Nadia, avvenuta il 25 marzo 2012, all'età di 43 anni (Antonella è invece deceduta a 45 anni il 7 maggio 2015). Una sentenza per la quale vi sarebbe stata «insussistenza di nesso causale tra la morte della donna e la condotta tenuta dai sanitari dell'azienda ospedaliera».

La Rosselli era giunta al pronto soccorso il 25 marzo 2012 con diagnosi di “stato confusionale in paziente con ingestione farmacologica incongrua”; due giorni dopo il decesso, ha sostenuto il padre al processo, nell'apparato gastrointestinale vi era ancora una quantità massiva di farmaci, segno che non sarebbe stata fatta alcuna lavanda gastrica o altro trattamento; tesi che l'azienda ha respinto evidenziando il rispetto delle linee guida da parte dei medici.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook