Giovedì, 27 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Inchiesta sul clan dei Piscopisani, il Tribunale di Catanzaro scarcera uno degli arrestati
'NDRANGHETA

Inchiesta sul clan dei Piscopisani, il Tribunale di Catanzaro scarcera uno degli arrestati

Il tribunale della Libertà di Catanzaro ha scarcerato, annullando l’ordinanza del Gip, il 40enne Sacha Fortuna, arrestato a inizio aprile nell’ambito di un’indagine della Questura di Vibo Valentia e dello Sco sulla cosca dei 'Piscopisani'.

Fortuna, difeso dall’avvocato Gabriele Bordoni che ha discusso il ricorso il 2 maggio, risponde di associazione a delinquere di stampo mafioso, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, alcuni episodi di spaccio e di un episodio in cui avrebbe fatto esplodere una palazzina.

Dal carcere di massima sicurezza di Melfi, ora Fortuna, fratello di Davide Fortuna, ucciso nel 2012 sulla spiaggia di Vibo Marina, è libero ed è tornato a casa. In passato aveva gestito un bar nel Bolognese.

«Esprimo soddisfazione - commenta l’avvocato Bordoni - perché il tribunale ha esaminato con grande scrupolo tutti i documenti che davano atto di una sua lontananza siderale da quei contesti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook