Martedì, 19 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
PENTITO INATTENDIBILE

Catanzaro, omicidio Ierinò: la Cassazione respinge il ricorso contro l'assoluzione di Sotira

di

«L'inattendibilità oggettiva delle dichiarazioni del collaboratore di giustizia P. ne impedisce l'utilizzazione ai fini di riscontro a quelle dell'altro collaboratore B. che, appunto, da sole non sono sufficienti per un giudizio di colpevolezza». È quanto scrivono i giudici della Cassazione nella sentenza con la quale hanno respinto il ricorso della Procura generale di Catanzaro contro l'assoluzione di Andrea Sotira dall'accusa di omicidio aggravato ai danni di Cosimo Ierinò, ucciso nel 2008 nel porto di Badolato.

Nel primo grado di giudizio la Corte d'assise aveva condannato il 41enne Sotira all'ergastolo. Pena ribaltata in appello con l'assoluzione dell'imputato dalla pesante accusa.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook