Mercoledì, 18 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
MALASANITA'

Sangue infetto, dopo quarant'anni riconosciuto l'errore commesso all'ospedale di Lamezia

di

Ci sono voluti 40 anni, ma alla fine il giudice ha dato ragione agli eredi del paziente rimasto vittima di un caso di malasanità. Il fatto risale al 1978 quando l'uomo ha contratto una grave malattia in seguito ad alcune trasfusioni subìte in occasione di un intervento chirurgico nell'ospedale di Lamezia. Gli eredi del paziente, poi deceduto, hanno portato avanti una lunga battaglia, che ha visto la parola fine in questi giorni.

Dopo il rifiuto di una prima istanza, infatti, il giudice Lobello ha accolto integralmente il ricorso dei parenti condannando il ministero della Salute a corrispondere l'assegno “una tantum”, nonché al pagamento delle spese di lite.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook