Giovedì, 21 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca 'Ndrangheta, il Tar conferma lo scioglimento del Comune di San Gregorio d'Ippona
VIBO VALENTIA

'Ndrangheta, il Tar conferma lo scioglimento del Comune di San Gregorio d'Ippona

Il Tar del Lazio respinge il ricorso dell'ex sindaco e di altri ex amministratori comunali di San Gregorio d'Ippona, centro agricolo del Vibonese, e conferma di fatto il provvedimento con cui nel maggio dello scorso anno è stato disposto lo scioglimento del Consiglio per presunte infiltrazioni della criminalità organizzata. A proporre ricorso era stato l'ex sindaco Michele Pannia e componenti della sua amministrazione.

Per i ricorrenti, tra l'altro, "gli elementi raccolti" dalla commissione d'accesso agli atti "non erano  in grado di dimostrare la sussistenza dei presupposti per lo scioglimento dell’organo consiliare". A giudizio del Tar però "i fatti che hanno condotto allo scioglimento del consiglio comunale di San Gregorio d’Ippona sono stati riportati correttamente negli atti prefettizi e costituivano un quadro indiziario più che sufficiente a condurre all’adozione della misura dissolutoria". per i giudici amministrativi inoltre "le censure variamente sollevate nel ricorso non scalfiscono la logicità e coerenza delle valutazioni espresse nelle determinazioni del prefetto e riportate nella relazione ministeriale, nelle quali si è analizzata la presenza di rapporti di parentela e di affinità tra amministratori e dipendenti comunali e la presenza di una situazione di diffusa illegalità nell’ente, di cui hanno beneficiato anche soggetti legati alla criminalità organizzata".

Nei giorni scorsi analoga decisione è stata presa, sempre dal Tar Lazio, nei confronti del ricorso proposto dall'ex sindaco di Limbadi, Pino Morello.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook