Venerdì, 19 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
INQUINAMENTO

Nicotera, i liquami invadono il mare: chiesti più controlli

di

Anni di battaglie non sono serviti a nulla. Il mare continua a presentare più o meno gli stessi inconvenienti, mentre turisti, residenti e operatori turistici faticano a contenere il loro malumore, mentre l'Arpacal, in controtendenza, continua a certificare una balneabilità eccellente.

La cosa più strana, scrive la Gazzetta del Sud in edicola, è che nelle prime ore del mattino lo specchio d'acqua antistante il litorale nicoterese assume colorazione e trasparenza caraibiche, mentre sul far del mezzogiorno diventa complicato provare a fare il bagno.

L'acqua diventa torbida e non mancano strisce miste di schiuma e sporco. Il fenomeno dura un paio d'ore, poi tutto torna come prima. Nel lasso di tempo incriminato succede qualcosa la cui dinamica sfugge ad ogni controllo o, forse, dovrebbe essere sottoposta a più rigorosa indagine.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook