Domenica, 28 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Statale 110 ancora chiusa, il sindaco di Capistrano protesta contro l'Anas
VIABILITÀ

Statale 110 ancora chiusa, il sindaco di Capistrano protesta contro l'Anas

di
anas, capistrano, statale 110, Marco Martino, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Camionisti e cittadini in difficoltà nel centro abitato di Capistrano

Il perdurare della chiusura della statale 110 nei tratti fra Capistrano - San Nicola da Crissa e Vallelonga-San Nicola da Crissa, a causa degli eventi alluvionali del 4 e 5 ottobre scorso, registra una ulteriore protesta verso l’Anas del sindaco Marco Martino, preoccupato per i danni che continua a subire l’economia, per i disaggi degli automobilisti e, soprattutto, per il malcontento e l’incolumità dei cittadini, specie di Capistrano, che subiscono più degli altri il costante pericolo per il transito, nel centro abitato, di un maggiore numero di automezzi, soprattutto pesanti e stracarichi anche di tronchi di alberi, materiale edile ed altro.

Molti automezzi pesanti, difatti, per raggiungere dall’Angitola le Serre, e viceversa, deviano sulle poco sicure strade provinciali n.47 (Statale 110- Monterosso- Capistrano- San Nicola da Crissa), n.52 (Statale 110- Capistrano) e n. 51 (San Nicola- Vallelonga) per cui sono costretti ad attraversare il centro abitato di Capistrano, interessato dalle provinciali 47 e 52 che sono poco idonee al transito di automezzi pesanti (aggravatesi per regressi danni alluvionali) e lo divengono sempre più, con il ritorno estivo di centinaia di emigrati costretti a parcheggiare le loro auto ai lati delle traverse interne delle Sp predette.

«L’Anas che ci aveva promesso un ripristino con l’inizio dell’estate - ha detto il sindaco Martino - deve iniziare subito gli interventi di messa in sicurezza dei tratti della statale 110, ancora chiusi per frane e smottamenti, e riaprire con urgenza il traffico tanto indispensabile e improcrastinabile a salvaguardia dell’incolumità delle persone e della ripresa economica del vasto territorio delle Serre e pre serre, che, tra l’altro, avendo anche una vocazione fortemente turistica, viene irreparabilmente danneggiato, specie in questo periodo estivo, dal perdurare della chiusura al transito».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook