Domenica, 20 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
PER PUNIRE IL FRATELLO

Ristoratore vibonese ucciso a Toronto, sullo sfondo l'ombra della vendetta di 'ndrangheta

di
'ndrangheta, omicidio Caputo, ristoratore ucciso a Toronto, Johnnie Raposo, Paolo Caputo, Catanzaro, Calabria, Cronaca

L'ombra di una vendetta trasversale. Paolo Caputo, capistranese e titolare del ristorante “Domani” a Toronto, è stato assassinato il 16 agosto scorso: un killer armato di pistola l'ha freddato davanti a decine di testimoni ed è poi fuggito. La vittima risiedeva da decenni in Ontario. Il fratello più giovane, Martino, è stato tuttavia condannato perché ritenuto corresponsabile dell'omicidio di un altro italo-canadese, Johnnie “Maserati” Raposo, crivellato di pallottole in un bar di “Little Italy” nel 2012.

L'agguato a Raposo potrebbe essere la causa della morte di Caputo? Nessuno tra gli inquirenti si sente di escluderlo. La presenza della ‘ndrangheta in Canada è stata, infatti, confermata da un'innovativa sentenza secondo cui la mafia calabrese è pienamente operante in Nordamerica.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook