Lunedì, 16 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
L'EMERGENZA

Le porte delle discariche rimangono chiuse, a Vibo montagne di spazzatura davanti alle case

di

Di nuovo c'è ben poco, perché a Vibo quella dell'emergenza rifiuti e delle discariche al collasso è solo una storia che si ripete. In estate, con frequenza.

Un sistema che si continua ad inceppare e così anche ieri la “non-novità” era che i mezzi della Dusty erano bloccati nel deposito per l'impossibilità di conferire e, dunque, di conseguenza, i rifiuti dei cittadini sono rimasti davanti alle case. Un'immagine indecorosa nella città che dal decoro voleva rinascere ma che, certamente, rimanda a quel sistema su cui nessuna amministrazione è riuscita a incidere.

E sarà che la città non è ancora autonoma nel conferimento, sarà che la raccolta differenziata di pecche ne sconta parecchie, così anche ieri dal centro alla periferia sacchetti, micro e macro discariche e sporcizia erano nuovamente il leitmotiv sulle strade.

L'articolo completo nell'edizione odierna di Vibo della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook