Domenica, 20 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
DIBATTITO

A Lamezia incontro con la Protezione civile, Borrelli: "Non saremmo nulla senza i volontari"

di

“Noi puntiamo molto sulla formazione e sulla informazione diretta ai cittadini. Sono felice di essere qui per ringraziare i volontari calabresi per tutto quello che fanno, ogni giorno dell’anno. La Protezione civile non sarebbe nulla senza i volontari”. Così Angelo Borrelli, capo dipartimento della Protezione civile nazionale, che sta partecipando all’incontro sul tema "Il Volontariato calabrese di Protezione civile a confronto: tematiche e prospettive" in corso nella sala convegni della Fondazione Mediterranea Terina di Lamezia. Il dibattito è il momento clou della due giorni formativa organizzata dalla Protezione civile Calabria che, da ieri, vede radunati al centro agroalimentare centinaia di volontari calabresi. Borrelli ha sottolineato l’attenzione del governo nazionale per la nostra regione.

“Nel piano straordinario ‘Proteggi Italia’ c’è anche la Calabria, inserita in seguito ai tristi eventi calamitosi avvenuti l’anno scorso – ha evidenziato il capo dipartimento nazionale facendo chiaro riferimento alla tragica morte di una giovane mamma e dei suoi due bambini, travolti da un’alluvione esattamente un anno fa nella zona di San Pietro Lametino. Borrelli ha detto che sono basilari elementi come la messa in sicurezza del territorio e l’informazione dei cittadini “perché spesso avviene che il cittadino non sa come comportarsi in situazione di emergenza”.

"La Protezione civile calabrese lavora da anni e opera bene e questo raduno due giorni formativa ne è la dimostrazione – ha concluso il capo dipartimento - eventi come questi non si svolgono in tutte le regioni”. Alla seconda giornata della Protezione civile sta partecipando anche il governatore Mario Oliverio che così si è espresso: “La protezione civile calabrese in questi anni è cresciuta: una crescita importante sia per le adesioni che per la continua formazione. Il volontariato, infatti, è una qualificata presenza diffusa sul territorio”. Il presidente della giunta regionale ha aggiunto: “Ringrazio chi ha collaborato con me in questi anni per il lavoro portato avanti in questo settore. Abbiamo avviato le procedure per l’acquisto di nuovi mezzi per fronteggiare le emergenze. In quest’ultimo anno si è lavorato anche per la formazione dei volontari per migliorare la loro competenza e professionalità. Non c’è angolo della Calabria – ha incalzato Oliverio - che non abbia volontari di Protezione civile. Quella di oggi è l’occasione per far vedere che la Protezione civile in questa regione è una realtà importante. I rischi sono sempre dietro l’angolo e da questi rischi bisogna difendersi”.

Ai giornalisti che gli hanno chiesto se volesse rispondere alla polemica sollevata da Carlo Tansi sul reale impiego delle risorse per la Protezione civile, il governatore ha risposto lapidario: “Non rispondo perché alle sciocchezze non si risponde!”. Alla giornata formativa in corso alla Fondazione Terina sta partecipando anche il responsabile regionale della Protezione civile Domenico Pallaria unitamente ai vari responsabili dei numerosi settori di tutto il dipartimento regionale che governa una realtà di ben 300 associazioni e 3800 volontari.  La giornata si chiuderà con la consegna del premio memorial "Francesco Filato" ai volontari che si sono particolarmente distinti nelle operazioni di Protezione civile.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook