Venerdì, 25 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Blitz di 'ndrangheta, lo storico legame con i Piromalli garantiva gli affari
SCOTT RINASCITA

Blitz di 'ndrangheta, lo storico legame con i Piromalli garantiva gli affari

Legami forti, temprati dal tempo e dalla comune appartenenza a “mamma ’ndrangheta”. I Mancuso sono rimasti punto di riferimento nel panorama criminale della provincia di Vibo Valentia non sono solo perché appartengono all’“aristocrazia” della ’ndrangheta, ma anche per gli intensi rapporti con i clan più potenti del reggino, tra tutti i Piromalli di Gioia Tauro e i Pesce e Bellocco di Rosarno.

Nell’ordinanza di custodia cautelare “Scott-Rinascita” gli inquirenti hanno “scomodato” anche il primo storico pentito della criminalità organizzata calabrese, Giuseppe Scriva da Rosarno.

Rapporti storici risalenti nel tempo e suggellati anche da molti affari. Come dimenticare gli investimenti dei Piromalli a Parghelia, tramite gli imprenditori Comerci. Investimenti e soldi per tutti, grazie all’amicizia tra i due casati di ndrangheta delle due province confinanti. Di questo parla anche un altro collaboratore di giustizia, Cosimo Virgiglio.

Boss, politici, imprenditori, professionisti e massoni: tutti i nomi e le foto della maxi retata con 330 arresti

Tra il 26 giugno 2014 e il 12 agosto 2017, durante il quale Luigi Mancuso si sottrae volontariamente alla sorveglianza speciale rendendosi irreperibile, sono stati monitorati gli spostamenti del boss, ricostruita la sua rete di “assistenza” e documentato il suo relazionarsi costante con tutte le cosche che a lui facevano capo e con quelle del Reggino.

L'intreccio tra 'ndrangheta e politica: nomi e foto degli esponenti coinvolti nel maxi blitz

«Il riferimento va al mantenimento dei rapporti con i “Piromalli” di Gioia Tauro – scrivono gli inquirenti – già documentati, giudiziariamente». È così che gli investigatori, tenendo d’occhio i picciotti del clan Mancuso arrivano al Cin Cin bar di Vibo, dove registrano un serie di incontri con emissari del clan Piromalli.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook