Martedì, 20 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Confcommercio: controlli sui locali della movida a Catanzaro
L'APPELLO

Confcommercio: controlli sui locali della movida a Catanzaro

Sicurezza e controlli in ristoranti e locali da ballo in occasione delle imminenti festività, e non solo. È questa la richiesta del presidente Silb Confcommercio Calabria Centrale, Rodolfo Rotundo, che chiede l’intervento di prefetto e questore di Catanzaro.

«Iniziano in questi giorni – ha affermato Rotundo – le festività natalizie e gli eventi pullulano in città e provincia. Si accendono le luci in ristoranti, pub e locali che iniziano ad organizzare molteplici eventi per garantire divertimento a tutti coloro che in queste serate gireranno in città. Ogni anno proprio in queste serate numerose sono le strutture che si improvvisano a locali da ballo e divertimento senza essere a norma e collaudati dagli addetti ai lavori. Si rischia ogni anno di creare eventi nella movida senza nessun controllo, superando capienza e con personale addetto non regolare».

Rotundo ha anche evidenziato che «soprattutto nella notte di San Silvestro capannoni e tanto altro diventano meta di migliaia di giovani vogliosi di divertimento che pagano cifre esorbitanti per improvvisati veglioni».

Da qui la richiesta: «A pochi giorni di tali eventi ci auguriamo che tutte le forze dell'ordine e chi di competenza effettui i dovuti controlli sulla sicurezza, sul personale e sulle strutture per far sì che siano adeguatamente a norma per accogliere giovani e non solo. Soprattutto invitiamo Prefetto e Questore a prendere tutti i provvedimenti per scongiurare eventi che possano creare momenti di panico come accaduto negli anni passati in molte città di Italia che hanno segnato il mondo della notte in maniera del tutto negativo».

Diversi, infatti, sono stati gli episodi nei mesi scorsi che hanno portato alla ribalta il problema delle sale da ballo non in regola. Basti pensare alla tragedia di Corinaldo dove morirono cinque giovani tra i 14 e i 16 anni e una mamma di 39 anni a causa del panico provocato dallo spruzzo di uno spray urticante. Episodi che debbono essere prevenuti con controlli serrati.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook