Giovedì, 04 Giugno 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Favori e sesso in cambio di sentenze "aggiustate" a Catanzaro, confessioni sulle mazzette al giudice
INCHIESTA GENESI

Favori e sesso in cambio di sentenze "aggiustate" a Catanzaro, confessioni sulle mazzette al giudice

di
corruzione, Emilio Santoro, Marco Petrini, Marzia Tassone, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Marco Petrini e l'avvocatessa Marzia Tassone

Clamorosa svolta nell’inchiesta “Genesi” che ha svelato un inquietante mercato della giustizia a Catanzaro: sentenze «offerte in vendita» in cambio di soldi, viaggi, champagne o addirittura sesso.

Un fascicolo - come riporta la Gazzetta del Sud in edicola - che ha già portato all’arresto del presidente di sezione della Corte d’Appello di Catanzaro Marco Petrini e che ora potrebbe portare a nuovi clamorosi sviluppi.

I magistrati di Salerno hanno infatti raccolto la piena confessione di Emilio Santoro detto Mario, medico in pensione e dirigente dell'Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, arrestato assieme al giudice lo scorso 16 gennaio dalla guardia di finanza di Crotone.

Secondo l ’accusa sarebbe stato lui a “stipendiare” mensilmente il magistrato per garantirsi i suoi favori, cercando anche nuove occasioni di corruzione attraverso i rapporti con persone che avevano avuto sentenze di primo grado sfavorevoli.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook