Mercoledì, 23 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vibo, il "popolo" dei fedeli invoca il ritorno in chiesa: ingressi come al market
CORONAVIRUS

Vibo, il "popolo" dei fedeli invoca il ritorno in chiesa: ingressi come al market

di

Al tempo del coronavirus, dopo due mesi di restrizioni e sacrifici, anche i cristiani di Vibo, come nel resto d'Italia, chiedono a gran voce la riapertura delle chiese e la possibilità di assistere alle celebrazioni seppur con le dovute precauzioni.

Sono a decine le testimonianze di persone che esprimono rammarico per la decisione del presidente del Consiglio. Libertà di culto non vuol dire infettare la gente, secondo la comunità cattolica vibonese, ma significa potersi cibare del corpo di Cristo nel rispetto della salute altrui. In buona sostanza per i cristiani la comunione spirituale può andar bene per un breve periodo, ma non per mesi.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook