Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Crotone, no all'archiviazione dell'inchiesta sul vicequestore della Polizia
CORRUZIONE

Crotone, no all'archiviazione dell'inchiesta sul vicequestore della Polizia

di

No all'archiviazione dell'inchiesta sul vicequestore della Polizia di Stato Antonio Ferrante. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Crotone, Michele Ciociola, ha disposto un supplemento di indagini a carico del 61enne dirigente della Questura accusato di corruzione, falso ideologico e abuso d'ufficio.

All'alto funzionario viene contestato di aver fatto «leva sulla sua posizione - scrive il gip - per ottenere favori ed agevolazioni funzionali essenzialmente al soddisfacimento delle aspirazioni lavorative del figlio», che «aveva da poco conseguito la laurea in medicina». Da qui la decisione del giudice di rigettare la richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura e di «approfondire» l'attività investigativa.  Ma non solo. Il gip ha anche ordinato al pm l'iscrizione nel registro degli indagati di altre nove persone (tra le quali figurano il figlio di Ferrante e alcuni medici e vertici ospedalieri), oltre all'interrogatorio di sei operatori sanitari del “San Giovanni di Dio”.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud, edizione di Catanzaro

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook