Domenica, 05 Luglio 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Scatta l'allarme a Crotone, estate calda e rubinetti... a secco
ALLARME ACQUA

Scatta l'allarme a Crotone, estate calda e rubinetti... a secco

Congesi e Sorical continuano a farsi la guerra e a rimetterci sono ancora una volta i cittadini di Crotone. Torna l'estate e tornano i problemi legati alla carenza idrica, problemi con i quali la città, per la verità, fa i conti per tutto l'anno. Ieri pomeriggio Congesi, attraverso i canali comunicativi del Comune, ha informato la cittadinanza che nelle zone del centro (via Veneto, Poggio Reale, Corso Messina) sarebbe mancata l'acqua per tutta la notte.

La motivazione va addebitata all'aumento del consumo che ha svuotato il serbatoio di Vescovatello. Un'emergenza prevista da Congesi che aveva richiesto già a maggio l'aumento della portata idrica per la città. Ma la carenza dell'acqua si registra anche nelle campagne. Nei giorni scorsi il consorzio di bonifica Ionio crotonese aveva lanciato l'allarme anche per gli agricoltori, richiedendo un urgente intervento da parte della Regione. Eppure la provincia di Crotone non è un territorio caratterizzato dalla siccità: le riserve silane e quelle collinari, garantiscono sempre riserve anche per l'estate.

Il problema però è la gestione: Sorical, Congesi, A2A, Consorzio di Bonifica, sono gli enti che si dividono la gestione della filiera, tutti con grandi difficoltà nella comunicazione tra di loro e con problemi legati anche a situazioni debitorie importanti, come ad esempio Congesi nei confronti di Sorical. A questo bisogna aggiungere anche la questione dei lavoratori. Il prossimo 3 di luglio il consiglio di amministrazione di Congesi ha convocato la Filctem Cgil per discutere della situazione della cassa integrazione cui sono soggetti attualmente tutti i 45 dipendenti.

«Chiederemo al management del Consorzio - si legge ancora in una nota a firma di Francesco Gatto - di valutare, visto l'imminente stagione estiva di far rientrare tutti i lavoratori posti in Fis in quanto, riteniamo assolutamente opportuno e necessario che per i prossimi mesi il Congesi deve impiegare tutto l'organico effettivo al fine di garantire durante la stagione balneare un opportuno servizio ai Comuni associati».

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook