Venerdì, 04 Dicembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, guarita dopo un mese dal Coronavirus: "Un incubo, non siate superficiali"
LA STORIA

Catanzaro, guarita dopo un mese dal Coronavirus: "Un incubo, non siate superficiali"

di

Inizia ad avvertire i sintomi nei primi giorni del settembre scorso. Si reca in ospedale a Lamezia dove le fanno il tampone e anche ulteriori esami da cui risulta una polmonite bilaterale.

L'esito del tampone è positivo e i medici del “Giovanni Paolo II” dispongono subito il ricovero all'ospedale “Pugliese” di Catanzaro, l'unico della provincia ad essere attrezzato per la cura dei pazienti contagiati dal Coronavirus. M.P. (45 anni, sposata e con due figli) in men che non si dica si ritrova catapultata in un incubo spaventoso. "Nelle famiglie si tende ad abbassare la guardia e questo non è l'atteggiamento giusto".

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook