Sabato, 19 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Scuola a Vibo, ecco le nuove dinamiche di trasporti e didattica in presenza
LA RIUNIONE

Scuola a Vibo, ecco le nuove dinamiche di trasporti e didattica in presenza

Sanno potenziati i servizi di trasporto e saranno diversificati gli orari di ingresso e uscita degli studenti
didattica in presenza, piano trasporti, prefettura, scuola, vibo valentia, Catanzaro, Cronaca
L'ingresso della prefettura di Vibo Valentia

È stato licenziato il documento operativo che delinea la nuova governance del sistema di trasporto pubblico locale e della ripresa dell’attività didattica in presenza. È questo l'esito dei lavori della riunione conclusiva del tavolo di coordinamento. che si è tenuto oggi (22 dicembre 2020) in videoconferenza, per approfondire le dinamiche relative alla ripresa dell’attività scolastica in presenza presso gli istituti secondari di secondo grado e l’incidenza sul sistema di trasporto pubblico locale.

«Nel merito, la Regione - si legge nella nota della Prefettura - ha programmato, dal rientro a scuola, un potenziamento degli attuali servizi di trasporto pubblico locale in questa provincia per una percentuale pari a circa il 31% e per un valore stimato pro die di € 2.588,33. I servizi aggiuntivi, pianificati sulla base del criterio dell’utenza storica in periodo pre-covid, consentiranno agli alunni di raggiungere gli istituti scolastici con uno scaglionamento massimo di un’ora. Contestualmente i dirigenti scolastici provvederanno ad organizzare l’offerta formativa, garantendo una diversificazione degli orari di ingresso ed uscita entro un range massimo di 1 ora e calibrando la programmazione soprattutto in relazione alle esigenze degli alunni pendolari. L’afflusso e il deflusso degli alunni sarà garantito, ove possibile, attraverso accessi differenziati. I varchi di accesso e le aree di pertinenza della scuola saranno controllati dal personale dipendente dell’istituto scolastico secondo le modalità indicate dai singoli dirigenti. I sindaci dei comuni sede degli istituti secondari di secondo grado provvederanno a vigilare sull’applicazione delle norme anti-assembramento, anche avvalendosi di personale delle associazioni di volontariato della protezione civile. L’efficacia delle prospettate misure sarà monitorata per un periodo iniziale di due settimane, al fine di verificare la necessità di apportare modifiche o accorgimenti al documento operativo. Decorso tale periodo i dati afferenti al numero di studenti che si avvarrà del trasporto pubblico locale sarà oggetto di ulteriore approfondimento nell’ambito del tavolo di coordinamento per un’eventuale rideterminazione dei servizi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook