Mercoledì, 27 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Crotone, sequestrati 70 chili di botti
POLIZIA

Crotone, sequestrati 70 chili di botti

Sono stati intensificati i controlli della Polizia, finalizzati sia a far osservare le disposizioni volte al contenimento dell’epidemia in atto che al contrasto della commercializzazione illecita di materiali esplodenti
botti, crotone, fuochi d'artificio, sequestro, Catanzaro, Cronaca
I fuochi pirotecnici sequestrati dalla Polizia nel Crotonese

Visto l’approssimarsi delle festività natalizie, sono stati intensificati i controlli della Polizia, in ottemperanza a quanto disposto dal questore di Crotone, Massimo Gambino, finalizzati sia a far osservare le disposizioni volte al contenimento dell’epidemia in atto, che al contrasto della commercializzazione illecita di materiali esplodenti che, seppur in piena emergenza Covid, non mancano. Ammonta a circa 70 chilogrammi, dunque, il materiale pirotecnico posto sotto sequestro nei giorni scorsi da personale della Divisione Pasi - Squadra Amministrativa-, nell’ambito di alcuni controlli effettuati a Crotone  e nella provincia.

In particolare, a Verzino, l’attività ha preso le mosse da un controllo su strada nei confronti di un commerciante per la vendita di fuochi artificiali, al quale poi è seguita la perquisizione del veicolo in uso allo stesso, e grazie alla quale veniva rinvenuto e sequestrato un ingente quantitativo di fuochi pirotecnici, ovverosia circa 60 kg. Nel dettaglio, si  tratta di 49 blister di esplodenti “Sandokan”, un assemblato di 200 colpi “Japanese Garden”, un blister di Bengala Scoppiettante, 4 scatole di petardi flash “ Bomber Lieto”, nonché diverse batterie di tubi da lancio. In ragione di ciò il commerciante è stato deferito in stato di libertà per il reato di “fabbricazione o commercio abusivo di materie esplodenti poiché trovato in possesso di manufatti esplodenti di cui è vietata la vendita a chi non è specialmente autorizzato, per aver trasportato più del doppio del quantitativo consentito, ovverosia 25 kg lordi e, infine, veniva denunciato per il reato di ricettazione per la provenienza illecita dei manufatti, non essendo in grado di dichiarare da chi avesse acquistato il predetto materiale esplodente.

A Isola di Capo Rizzuto, invece, in occasione di un controllo nei confronti di un deposito non  autorizzato alla detenzione di materiale esplodente, venivano sequestrati circa 11 kg di manufatti artigianali esplodenti per un totale di quasi 1.200 pezzi, tra cui una trentina di petardi flash e 40 petardi “ Puma” e “Tom Mix Alessi”.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook