Venerdì, 23 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Isola Capo Rizzuto, sequestrati beni per 400mila euro a Francesco Arena
IL SEQUESTRO

Isola Capo Rizzuto, sequestrati beni per 400mila euro a Francesco Arena

Colpita la potente cosca di 'ndrangheta di Isola Capo Rizzuto. Tra gli altri, sequestrati due lussuosi immobili a Catanzaro

Beni per circa 400 mila euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza a carico di Francesco Arena, ritenuto elemento di spicco della potente cosca di 'ndrangheta degli Arena di Isola di Capo Rizzuto e recentemente condannato nell’ambito dell’inchiesta denominata «Jonny».

Sulla base di una attività di analisi di intelligence, elaborata dallo Scico (Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata) denominata "Doppio Binario", la Guardia di finanza di Crotone ha avviato un’indagine di polizia economico-finanziaria diretta e coordinata dal procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri e dal sostituto procuratore della Dda Domenico Guarascio. I finanzieri di Crotone hanno agito sul target, una volta selezionato dallo Scico mediante l’analisi di una serie di parametri di rischio, che prevede l’applicazione delle misure di prevenzione a carico di soggetti ritenuti, sulla base di elementi di fatto, abitualmente dediti a traffici delittuosi o che si ritiene vivano, anche in parte, con in proventi di attività delittuosa.

Alla luce dei risultati delle indagini, il Tribunale di Catanzaro ha disposto il sequestro nei confronti di Arena della
madre, della convivente e della figlia di quest’ultimo. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati di lussuosi immobili a Catanzaro, due auto, conti correnti bancari, cassette di sicurezza, titoli, libretti di risparmio e buoni fruttiferi.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook