Questo sito contribuisce all’audience di Quotidiano Nazionale

Tropea, Pietropaolo ritrova il coraggio: «Le minacce di morte non mi fermano»

Ieri mattina si è recato in caserma per denunciare i suoi persecutori. Al suo fianco Dalila Nesci, componente della Commissione antimafia

Ritrova il coraggio di andare avanti dopo il lungo colloquio avuto con il comandante della compagnia carabinieri di Tropea, Nicola Alimonda e le parole di incoraggiamento espresse dalla componete della Commissione antimafia Dalila Nesci la quale afferma: «Nulla può giustificare offese violente o presunte minacce. Intendo pubblicamente manifestare solidarietà e vicinanza al consigliere Pietropaolo. Nessuna posizione politica o di pensiero può giustificare offese violente ai danni del prossimo tanto più se ricopre un ruolo istituzionale. Ho il dovere per il ruolo che ricopro difendere le istituzioni democratiche e la nostra comunità da ogni forma di sopruso. Dovere che dovrebbe essere riconosciuto come collettivo , al fine di superare le barbarie che in ogni tempo si perpetrano a danno delle istituzioni...».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

Digital Edition
Dalla Gazzetta del Sud in edicola

Scopri di più nell’edizione digitale

Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale.

Leggi l’edizione digitale
Edizione Digitale

Caricamento commenti

Commenta la notizia