Mercoledì, 20 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Guardavalle, coca sull’asse Calabria-Lombardia. La Cassazione conferma 11 condanne
LA SENTENZA

Guardavalle, coca sull’asse Calabria-Lombardia. La Cassazione conferma 11 condanne

di
L’inchiesta coinvolgeva personaggi vicini al clan Gallace. Accolto dagli ermellini solo il ricorso di uno dei dodici imputati
cassazione, clan Galalce, guardavalle, Agazio Samà, Agazio Vetrano, Alfio Di Mare, Antonio Traettino, Claudio Muccari, Damiano Emanuele, Francesco Maiuolo, Marcello Andreacchio, Nicola Guido Raffaele Procopio, Nicola Samà, Saverio Gualtieri, Catanzaro, Cronaca
La droga veniva nascosta in alcuni doppifondi realizzati all’interno delle auto

Una sola condanna annullata senza rinvio e un impianto che sostanzialmente ha retto al vaglio della Corte di cassazione. Si conclude così l’inchiesta “Area 51” che nel maggio 2017 ha portato a sgominare una rete di narcotrafficanti attiva tra Guardavalle e Arluno, in provincia di Milano, con contatti in Sudamerica da dove proveniva la cocaina smerciata sulle piazze italiane. I giudici della suprema corte hanno dunque annullato senza rinvio la condanna a 7 anni e 8 mesi inflitta in Appello ad Agazio Vetrano (difeso dall’avvocato Vincenzo Cicino), annullando altresì la confisca di un immobile a carico di un altro imputato, Agazio Samà, per il quale la condanna a 8 anni e 4 mesi è invece diventata definitiva. I giudici della Sesta sezione hanno annullato senza rinvio anche parte della condanna a carico di Damiano Emanuele (in Appello 13 anni e 8 mesi) e Alfio Di Mare (13 anni e 4 mesi), rinviando ad altra sezione della Corte d’Appello di Milano per la determinazione della pena alla luce del parziale annullamento che per Emanuele riguarda l’imputazione associativa successiva al 2013; per Di Mare, invece, annullata la continuità temporale tra l’associazione “Quito 2”, al centro di un’altra inchiesta, e “Area 51”. Rigettati nel resto i loro ricorsi. La Cassazione ha poi rigettato gli altri ricorsi proposti da Nicola Guido (in Appello 8 anni e 8 mesi), Raffaele Procopio (8 anni e 4 mesi), Nicola Samà (8 anni e 4 mesi), Marcello Andreacchio (6 anni e 8 mesi); inammissibili quelli di Francesco Maiuolo (5 anni e 4 mesi), Saverio Gualtieri (7 anni e 4 mesi e 28mila euro di multa), Claudio Muccari (5 anni e 4 mesi) e Antonio Traettino (1 anno e 9 mesi).

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook