Mercoledì, 08 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca La pandemia spegne le luci delle giostre di Catanzaro. Ultimo giro per il luna park dei Marsico?
VENTI DI CRISI

La pandemia spegne le luci delle giostre di Catanzaro. Ultimo giro per il luna park dei Marsico?

di
Ormai da mesi le strutture sono chiuse

In questi mesi sono tante le attività lavorative segnate dalla pandemia ancora in corso. Una sofferenza che in città non ha risparmiato il mondo del Luna Park. Parliamo della grande famiglia Marsico, pioniera nel sud Italia per suoi Luna Park itineranti, da mesi con luci spente. La loro è una storia affascinante, nata in Puglia dopo la seconda guerra mondiale. I loro genitori erano acrobati nel circo di famiglia, il “Circo Marsico”. Tre fratelli e tre sorelle che per anni hanno continuato questa attività artistica anche nei vari circhi italiani dei “Togni “e nel “Circo Americano”. Ma nel 1969, vivendo la profonda crisi dei circensi sottopagati, pensarono di convertire la loro vocazione di famiglia abbracciando la vita itinerante del Luna Park. Iniziarono con un piccolo vortice, per poi investire in altre attrazioni che hanno conquistato intere generazioni di giovani e bambini. Ma oggi, dopo questi mesi di pandemia, la loro situazione precaria è davvero insostenibile e si appellano, assieme al tutto il mondo dei luna-parkisti e dei circensi, al buon senso delle istituzioni locali e nazionali.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook