Sabato, 16 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, la “soffiata” del finanziere a Brutto
"BASSO PROFILO"

Catanzaro, la “soffiata” del finanziere a Brutto

di
L’inchiesta si intreccia con lo scandalo delle assunzioni fittizie dei consiglieri comunali
comune catanzaro, inchiesta basso profilo, inchiesta gettonopoli, Tommaso Brutto, Catanzaro, Cronaca
Palazzo De Nobili sede del Comune di Catanzaro

Le vicende giudiziarie che ormai da mesi assediano Palazzo De Nobili trovano un clamoroso punto di sintesi tra le pagine dell’inchiesta “Basso profilo”. Tra le migliaia di intercettazioni allegate all’ordinanza una sembra decisiva per fare chiarezza sullo scandalo dei rimborsi ai consiglieri comunali assunti solo fittiziamente in alcune imprese amiche. Tommaso Brutto, che a dicembre ha lasciato lo scranno nel civico consesso, è accusato di truffa nell’inchiesta “Gettonopoli” condotta dai carabinieri della sezione di pg. La sua assunzione fittizia nella società Verde Oro sarebbe costata al Comune rimborsi fino a un totale di 103.160,34 euro. La Procura ha già chiuso le indagini e si attende che il pm proceda o con la richiesta di rinvio a giudizio o con l’archiviazione.
Ora però grazie all’inchiesta scattata giovedì gli inquirenti possono contare su qualche elemento in più fornito proprio, involontariamente, da Brutto.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook