Questo sito contribuisce all’audience di Quotidiano Nazionale

Simeri Crichi, autovelox sospeso. Fari sulla congruità dei rilevatori

Statale 106, i verbali “ingiusti” che scatenarono una pioggia di critiche

È stato sospeso il funzionamento dell’autovelox di Simeri Crichi situato sulla strada statale 106. La decisione è stata assunta dal comitato tecnico riunito in Prefettura alla presenza di Anas, Polizia stradale, Comune e Prefettura. La decisione è stata resa nota dal consigliere regionale Francesco Pitaro e confermata dal sindaco Pietro Mancuso. Pitaro ha spiegato che «l’autovelox sulla strada statale 106, km 194+225, nel comune di Simeri Crichi, assurto alle cronache per aver generato decine di migliaia di multe e per le proteste di migliaia di cittadini, comitati e associazioni, è stato sospeso. La scelta di rivedere la congruità dei rilevatori di velocità, a partire da Simeri Crichi, credo d’intuire che riguardi più tratti della statale 106».  Il sindaco Pietro Mancuso ha fornito la propria versione dei fatti: «Dopo un tavolo tecnico riunito in Prefettura alla presenza di Anas, Polizia stradale, Comune e Prefettura è stato evidenziato l’importante ruolo di sicurezza dell’autovelox di Simeri che, però, deve essere adeguato alle normative previste dalla “circolare Minniti”, entrata in vigore dopo il primo avvio del funzionamento dell’autovelox. Per questo, sono stato io a sospendere immediatamente il servizio, in attesa di completare l’aggiornamento della cartellonistica, prima di riprendere nuovamente il controllo della velocità».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

Caricamento commenti

Commenta la notizia