Venerdì, 01 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Le pressioni del finanziere sull’Asp di Catanzaro
"BASSO PROFILO"

Le pressioni del finanziere sull’Asp di Catanzaro

di
Registrato un colloquio tra D’Alessandro, ora in carcere, e un dirigente. L’obiettivo era far effettuare una ispezione all’interno del Sant’Anna Hospital
inchiesta basso profilo, Ercole D’Alessandro, Catanzaro, Cronaca
Il palazzo di giustizia di Catanzaro

«Dovete mandare un’ispezione al Sant’Anna». A chiederlo è Ercole d’Alessandro l’ex sottufficiale della Guardia di Finanza tratto in arresto nell’ambito dell’inchiesta Basso profilo. La clinica cardiologica, dove all’epoca dei fatti lavorava la compagna, è al centro di un colloquio (finito agli atti dell’inchiesta) tra l’ex finanziere indagato e un dirigente dell’Asp. Molto prima che scattasse l’operazione “Cuore Matto” che ha portato al sequestro di beni per 10 milioni di euro e all’iscrizione nel registro degli indagati del vecchio managment, D’Alessandro si muoveva nei corridoi dell’Azienda sanitaria lanciando pesanti accuse alla gestione della struttura del quartiere Pontepiccolo.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook