Venerdì, 17 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, la strategia di Brutto per vincere gli appalti del Comune
BASSO PROFILO

Catanzaro, la strategia di Brutto per vincere gli appalti del Comune

di
Le intercettazioni della Dia nei giorni successivi al voto del giugno 2017
appalti, comune di catanzaro, Tommaso Brutto, Catanzaro, Cronaca
Palazzo De Nobili sede del Comune di Catanzaro

«Bisogna fare come abbiamo fatto con il depuratore», siamo a cavallo di Ferragosto del 2017, le elezioni che hanno confermato per la quarta volta Sergio Abramo sindaco di Catanzaro sono passate da meno di due mesi e il quadro politico cittadino appare in rapido mutamento con la più classica corsa a trovare uno strapuntino sul carro dei vincitori. Tommaso Brutto, che aveva appoggiato il candidato del centrosinistra, in quelle stesse ore confessa ad amici e conoscenti il suo imminente ritorno alla casa madre del centrodestra. Ma al di là degli aspetti politici, secondo gli inquirenti «le conversazioni ambientali intercettate (dopo il voto, ndr) suffragano l’indole del politico e l’andazzo per la gestione degli appalti pubblici». Con gli uffici chiusi nella calura estiva l’ex consigliere continua a essere il centro di una serie di richieste. Si occupa, per esempio, di trovare un posto come insegnante di sostegno per disabili alla moglie di un dipendente dell’Amc che si è speso in campagna elettorale per la sua elezione. Ma Brutto sembra giocare un ruolo da protagonista in un appalto per il teatro Politeama.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook