Martedì, 28 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Stazione di Vibo-Pizzo senza servizi né futuro
DESOLAZIONE

Stazione di Vibo-Pizzo senza servizi né futuro

di
Biglietto di sola andata per un viaggio nel degrado. Sportelli chiusi, sporcizia all’esterno e desolazione nello scalo
degrado, stazione ferroviaria, vibo pizzo, Catanzaro, Cronaca
L'interno della stazione ferroviaria di Vibo-Pizzo

Biglietteria chiusa, macchinetta elettronica che non accetta contanti, porte del bar sprangate, piazzale sporco, sala d’attesa deserta. Al tempo del Covid la stazione ferroviaria di Vibo-Pizzo si trasforma in uno scalo fantasma. Non che prima fosse meglio, ma per lo meno qualche servizio veniva erogato. Non ci sono più i treni pieni di studenti e di lavoratori pendolari. Il paesaggio è quasi spettrale. Adesso si parte solo per questioni di una certa rilevanza, ma la gente che prende il treno non sa a chi rivolgersi per avere informazioni o per stampare il ticket. Bussa alla porta del capostazione ma nessuno risponde. «Sembra di vivere una situazione surreale – esordisce un ragazzo –. Tutto intorno c’è il deserto». Un’operatrice dedita a svolgere solo mansioni amministrative consiglia, per non incorrere in una multa, di fotografare il distributore self service dei biglietti non funzionante per farlo vedere al capotreno. «Con il coronavirus – afferma – la situazione è peggiorata. In questa stazione non c’è più nessuno e il personale non può interagire con l’utenza».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook