Venerdì, 23 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, furbetti del cartellino nella sanità: Asp e "Pugliese" sono parti civili
IL PROCESSO

Catanzaro, furbetti del cartellino nella sanità: Asp e "Pugliese" sono parti civili

Udienza preliminare per i 58 indagati nell’inchiesta Cartellino Rosso

Asp e Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio saranno parti civili nel procedimento contro i presunti 58 furbetti del cartellino coinvolti nell’inchiesta “Cartellino Rosso”. Ieri ha avuto inizio davanti al gup Alfredo Ferraro l’udienza preliminare per gli indagati accusati a vario titolo di truffa ai danni di un ente pubblico e di attestazione fraudolenta della presenza in servizio. I legali incaricati da Asp e Pugliese hanno depositato le richieste di costituirsi parti civili.

Sono state invece stralciate due posizioni, quelle di Maurizio Candeliere e Giorgio Costantino, per difetti di notifica, mentre ha avanzato richiesta di patteggiamento Giuseppe Ciambrone. Il gup del Tribunale di Catanzaro deciderà tanto sulla richiesta di costituzione di parte civile, tanto sul patteggiamento il prossimo 25 marzo.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook