Martedì, 18 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Scuole Catanzaro, prof e genitori degli studenti sbottano: “Questo ‘valzer’ è irrispettoso”
LA LETTERA

Scuole Catanzaro, prof e genitori degli studenti sbottano: “Questo ‘valzer’ è irrispettoso”

Missiva indirizzata al presidente della Repubblica, al premier e ai ministri di Istruzione e Speranza

Il valzer dell'apertura e della chiusura delle scuole sta scoraggiando gli studenti di Catanzaro, ma anche i loro genitori. Tutto il malcontento è stato espresso in una lettera indirizzata al presidente della Repubblica, Mattarella, al premier Draghi e ai ministri Bianchi e Speranza. «Il linguaggio non sarà aulico come le lettere che si ricevono normalmente», scrivono i genitori e i docenti della 3. A della Primaria e un gruppo dell'Ic Patari/Rodari/Gagliardi, «ma è scritta con il cuore. Denunciamo ciò che sta avvenendo nella nostra città. Da un paio di settimane a questa parte cittadini, alunni, genitori, docenti stiamo assistendo al “valzer delle scuole chiuse/aperte, aperte/chiuse”. In questo periodo il Tar della Calabria ha accettato il ricorso fatto da un manipolo di genitori (5) contro due ordinanze, una regionale e una sindacale, sulla chiusura delle scuole, con conseguente annullamento delle ordinanze stesse. Nel giro di poche ore dall’ultimo annullamento che ha riguardato l’ultima ordinanza Comunale, il sindaco ha predisposto una nuova ordinanza, anche questa subito impugnata e per la quale è stato presentato riscorso. Questa volta, però, il Tar si è guardato bene dall’accettare il ricorso e lo ha rigettato. Tutto ciò è inaccettabile e irrispettoso, non si può giocare con la salute di studenti e docenti».

Carenze sanitarie

«Nella nostra città», proseguono, «non c’è ancora un Hub vaccinale costituito e attrezzato. Se n'è iniziato a parlare dopo la venuta in Calabria del generale Figliuolo, ma ancora il tutto è in alto mare e i docenti che riescono a prenotarsi faranno il vaccino in comuni limitrofi o addirittura in altre province. In più siamo in zona rossa. Come si può accettare tutto questo? E come si può solo pensare di riaprire le scuole con questa situazione di instabilità istituzionale e senza un barlume di sicurezza?»

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook