Lunedì, 14 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vaccini a Vibo, pazienti fragili ovvero “invisibili”
DIVERSAMENTE ABILI

Vaccini a Vibo, pazienti fragili ovvero “invisibili”

di
La denuncia dell’associazione “Le stelle del faro” che da settimane prova a prenotare un gruppo di diversamente abili
diversamente abili, vaccini anti covid, vibo valentia, Catanzaro, Cronaca
Fila di pazienti davanti all'ospedale di Vibo in attesa della vaccinazione anti covid

Gli ultimi non saranno i primi. Non in Calabria, non nel Vibonese. Perché, alla fine, non è “andato tutto bene” né la pandemia ci ha reso migliori. Così gli ultimi resteranno ultimi. Chi era invisibile ieri è invisibile anche oggi. Così mentre il Covid continua a fare il suo corso, la vaccinazione segue la sua... strada. Quella che passa dai numeri con oltre 75mila dosi inoculate alla categoria “altro” su 283mila. Numeri che danno forma a quanto sta accadendo nel vibonese, dove accade che un’associazione che si occupa di diversamente abili non riesca a dare voce ai suoi associati. Ragazzi disabili, ragazzi con forme gravi e meno gravi di disabilità che aspettano ancora di sapere quando arriverà il loro turno per la vaccinazione. Aspettano ma in realtà non sono ancora neanche in elenco e questo nonostante da oltre un mese c’è chi ha deciso di lottare per loro. Lo fa il presidente de “Le stelle del faro”, Francesco Lico. É indignato, amareggiato e lo è perché dopo un anno di pandemia non può fare altro che constatare che «in un anno di queste persone nessuno si è preoccupato». Non l’hanno fatto quando le famiglie avevano bisogno di assistenza sanitaria né oggi che questi ragazzi dovrebbero essere vaccinati.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook