Sabato, 19 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Domus Aurea" di Chiaravalle: no del Tar alla sospensione dell’attività
SANITA'

"Domus Aurea" di Chiaravalle: no del Tar alla sospensione dell’attività

di
I giudici si sono pronunciati sul ricorso della casa di riposo contro l’Asp
Catanzaro, Cronaca
La "Domus Aurea" di Chiaravalle

Passa attraverso i giudici del Tribunale amministrativo regionale di Catanzaro lo scontro in atto tra la proprietà della “Domus Aurea” gestita dalla società Salus srl e l’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro. Al Tar la “Domus Aurea” si era rivolta attraverso gli avvocati Bernardo Bordino, Alfredo Gualtieri e Demetrio Verbaro per l’annullamento della delibera della triade commissariale che nel marzo scorso aveva assunto la decisione di sospendere le attività della casa di riposo di via Filangeri, sino alla fine della verifica ispettiva da parte della commissione preposta.

Nella sentenza del Tar, presidente Giovanni Iannini, referendari Arturo Levato e Martina Arrivi l’azienda sanitaria provinciale non poteva sospendere le attività. Il tutto viene basato sul fatto che non erano stati attivati i controlli per i fatti riconducibili, come è noto al mese di marzo ed aprile dell’anno passato quanto la “Domus Aurea” era stata colpita duramente dall’emergenza sanitaria, con la morte di numerosi ospiti anziani, deceduti a causa del coronavirus contratto in corsia.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook