Domenica, 01 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Usura a Lamezia, i dettagli dell'inchiesta che ha portato alla condanna dell'imprenditore Caruso
LE INTERCETTAZIONI

Usura a Lamezia, i dettagli dell'inchiesta che ha portato alla condanna dell'imprenditore Caruso

di
Fissato per il prossimo gennaio il giudizio sul nuovo filone. L’imprenditore è accusato anche di «intralcio alla giustizia»

È una storia emblematica di una realtà che a Lamezia passa troppo spesso sotto silenzio. Molti fanno finta di non vedere, ma l’usura è un fenomeno storicamente diffuso in città, tanto da essere al centro dell’allarme lanciato dalla Dia nella sua ultima relazione semestrale. Per certi versi è dunque senza precedenti ciò che ha fatto emergere la sentenza con cui un imprenditore e il suo commercialista sono stati condannati in primo grado per aver sottoposto, secondo l’accusa, a tassi usurari un altro imprenditore che nel frattempo ha dovuto chiudere la sua attività e trasferirsi altrove.

Le pene comminate dal Gup Rossella Prignani all’imprenditore Giuliano Caruso e al commercialista Gianfranco Antonello Muraca (2 anni e 8 mesi di reclusione per il primo e 1 anno e 4 mesi per il secondo) sono più alte di quelle invocate dalla pm Marta Agostini e sono comunque non definitive. La verità giudiziaria su questa vicenda sarà infatti acclarata negli eventuali e successivi pronunciamenti dei giudici d’Appello e di Cassazione, intanto però in primo grado è stato messo un punto fermo, che ha portato anche a una confisca da 110mila euro.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook