Sabato, 16 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, cimiteri off-limits per i musulmani. Nessuno ospita la salma di una neonata
IL CASO

Catanzaro, cimiteri off-limits per i musulmani. Nessuno ospita la salma di una neonata

di
La piccola è deceduta a pochi giorni dalla nascita all’ospedale “Pugliese”. L’indignazione di Carioti: è giusto infliggere altro dolore alla famiglia?

Era solo questione di tempo prima che il “problema” si presentasse. Dalla comunità musulmana locale ci avevano provato a segnalarlo con ampio anticipo, anche attraverso le nostre colonne, a più riprese: «Il cimitero di Catanzaro non ha un’area in cui è possibile seppellire i fedeli musulmani: cosa succedere quando ne morirà uno nato e cresciuto in Italia che quindi non potrà essere sepolto nel suo Paese d’origine?», aveva spiegato tempo fa Antonio Carioti, presidente dell’associazione Dar Assalam. Da allora sono trascorsi mesi, mesi in cui le interlocuzioni - anche informali - con il Comune non hanno sortito alcun effetto oltre ai soliti «vedremo», «ci stiamo pensando», «faremo», «risolveremo» e oltre alla consueta solidarietà da comunicato stampa. Ma oggi che il feretro di una neonata di appena due giorni, nata e prematuramente scomparsa all’ospedale “Pugliese-Ciaccio” da una coppia di genitori musulmani residenti a Catanzaro da anni, non può trovare giusta sepoltura nel cimitero del capoluogo di regione, la parola “accoglienza” nella nostra città perde interamente di significato.

Leggi larticolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook