Lunedì, 02 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vaccinazioni, prime dosi in frenata a Catanzaro. L’appello: "Non è l’ora di aspettare"
CORONAVIRUS

Vaccinazioni, prime dosi in frenata a Catanzaro. L’appello: "Non è l’ora di aspettare"

di
Il prof Abenavoli dell’Unità di crisi regionale si rivolge soprattutto agli under 40

La corsa alle prime dosi del vaccino anti-Covid sembra essersi arrestata. A dirlo sono i numeri dei centri vaccinali che raccontano di ritmi ancora serrati, ma che per l’85 per cento sono da legare al completamento del ciclo di immunizzazione di chi la prima inoculazione l’ha fatta settimane fa. Ma gli occhi restano puntati su 40mila giovanissimi che anche tra Catanzaro e provincia rischiano di rientrare a scuola senza aver ricevuto neppure la prima dose. Eppure, chi prova a vedere il bicchiere mezzo pieno lo fa focalizzandosi sui dati circoscritti alla prima dose e sperando in una ripresa delle prenotazioni. A volere di più è sicuramente l’Unità di crisi predisposta a livello regionale tant’è che Ludovico Abenavoli lancia un appello senza remore: «Stiamo monitorando le curve dei contagi. Non dobbiamo abbassare la guardia, anche perché nuove varianti sono in circolazione». Da qui l’invito netto: «Ci sono ancora molte persone che non si sono vaccinate, soprattutto tra gli under 40, procedere adesso con la vaccinazione, senza più aspettare». Pandemia tutt’altro che finita, insomma, tant’è che è lo stesso Abenavoli a far notare come «i mesi di luglio e agosto siano fondamentali per la lotta al virus». E ai giovani dice: «Mi rivolgo a voi affinché vaccinandovi compiate un atto d’amore e di responsabilità nei confronti dell’intera comunità».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook