Martedì, 19 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Giustizia e corruzione a Catanzaro, ci sono tre indagati
INDAGINI CHIUSE

Giustizia e corruzione a Catanzaro, ci sono tre indagati

di
Il filone dell’inchiesta sul giudice Petrini
indagini chiuse, Marco Petrini, maria tassone, massimo Sepe, Catanzaro, Cronaca
Marco Petrini e Maria Tassone

Tre indagati per corruzione in atti giudiziari e corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio. Arriva il provvedimento di conclusione indagini della Procura di Salerno per uno dei filoni scaturiti dall’inchiesta che ha coinvolto l’ex presidente di sezione della Corte d’appello ed ex presidente della Commissione tributaria provinciale Marco Petrini (difeso dagli avvocati Agostino De Caro e Francesco Calderaro). A ricevere l’avviso lo stesso giudice, il cancelliere della Commissione tributaria Massimo Sepe (difeso dall’avvocato Tiziano Saporito) e l’avvocato Marzia Tassone (difesa dall’avvocato Valerio Murgano). Secondo quanto sostenuto dalla Procura, Petrini avrebbe ricevuto dall’avvocato Tassone “per l’esercizio dei poteri correlati alle sue funzioni e per porre in essere atti contrari ai doveri del suo ufficio, utilità consistite in prestazioni sessuali”, in riferimento ad alcuni episodi.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook