Domenica, 28 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Lamezia, un sussulto contro il degrado della costa
AMBIENTE

Lamezia, un sussulto contro il degrado della costa

di
Qualcosa si muove nella società civile dopo il sequestro delle Procure di Vibo e Lamezia del depuratore comunale

Le lamentele non servono a niente. A servire sono le azioni concrete per salvaguardare la nostra terra. È di questo che è convinta Dina Caligiuri, presidentessa di Lamezia Rifiuti Zero, particolarmente sensibile alle problematiche ambientali. Ad attirare significativamente l’attenzione di cittadini, associazioni e politici in queste settimane è l’inquinamento marino. Un problema annoso, che torna alla ribalta delle cronache nel periodo estivo, provocando forte rabbia e frustrazione nei bagnanti, amareggiati e quasi arresi di fronte alle condizioni di una terra dalle innumerevoli potenzialità ma in continuo affanno. «Non c’è niente di più terribile dell’indifferenza, del dire “tanto non cambierà mai niente” - ha spiegato la dottoressa Caligiuri alla Gazzetta del Sud - bisogna avere voglia di cambiare!». Un desiderio che muove diverse associazioni e comitati del comprensorio lametino, che hanno deciso collaborare, spinti dal comune obiettivo di affrontare con tutti i mezzi possibili la gravissima problematica del mare sporco.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook