Mercoledì, 27 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L’ultima cittadina di Monteleone Calabro, preziosa testimone del passato
COMPLEANNO SPECIALE

L’ultima cittadina di Monteleone Calabro, preziosa testimone del passato

di
Rosa Librandi compie 102 anni e ricorda con orgoglio le sue origini
monterosso calabro, ultracentenaria, Rosa Librandi, Catanzaro, Cronaca
Nicola con la mamma ultracentenaria Rosa Librandi a Monterosso Calabro

Rosa Librandi, una donna a cavallo tra due secoli, protagonista indiscussa della storia locale, ultima nata di quel che fu Monteleone Calabro. Ha incarnato un modello di presenza femminile che ha fatto del lavoro la sua vera ragione di vita. Era il 13 febbraio del 1919 quando Rosa venne alla luce. L’Italia era – come ora – alle prese con una grande epidemia, la spagnola. Erano tempi difficili. La Medicina era ancora agli albori e così la tecnologia. Rosa ha attraversato la storia, dalle prime auto, al telefono, la televisione, fino al computer, internet e il cellulare. Ma quel che ricorda con nitidezza era l’antica Monteleone. «Bella – sostiene – ordinata e naturalmente poco popolata». Oggi alla veneranda età di 102 anni tornare nella sua Bivona a trascorrere le ferie estive è come rituffarsi con la memoria a quando da ragazzina andava nei campi a lavorare. Poi a 20 anni, giovane sposa, si dedicò completamente al suo amato Alfredo – anch’egli morto centenario – ed ai quattro figli maschi, di cui ne sopravvivono solo due.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook