Martedì, 19 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, la fogna continua a finire in mare ma le istituzioni non intervengono
INQUINAMENTO

Catanzaro, la fogna continua a finire in mare ma le istituzioni non intervengono

di
Allarmante la situazione del fiume Corace. Solo nel mese di agosto sono stati individuati due scarichi abusivi. Riccio: nessuno muove un dito, è a rischio la salute dei cittadini

Sopralluoghi, segnalazioni, reportage fotografici, esposti in Procura. Mai come quest’estate il Corace è stato attenzionato e scandagliato con il preciso obiettivo di individuare le cause del mare sporco che tanto ha fatto indignare bagnanti locali e turisti. Che nel fiume, che sfocia in mare fra Catanzaro e Roccelletta di Borgia, si riversino scarichi fognari e liquami non depurati appare un fatto ormai sdoganato, ma nulla di fatto si è ancora mosso per risolvere le pesanti criticità rilevate. A certificare, infatti, che il Corace porti direttamente a mare fogna non trattata, non ci sono solo foto di acque nere e nauseabonde sospette, ma anche e soprattutto le analisi effettuate dall’Arpacal sullo scarico individuato il 5 agosto scorso durante un sopralluogo del consigliere comunale e presidente della Commissione Ambiente Eugenio Riccio.

Leggi larticolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook