Giovedì, 21 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Pronto soccorso di Vibo, un solo medico in trincea
SANITÀ

Pronto soccorso di Vibo, un solo medico in trincea

di
L’ospedale Jazzolino alle prese con le criticità di sempre: carenze di personale e strutturali
emergenza, ospedale, pronto soccorso, vibo valentia, Catanzaro, Cronaca
L'ingresso del pronto soccorso dell'ospedale di Vibo Valentia

Carenze croniche e precarietà strutturali. Lungo questo binario cammina la Sanità vibonese che, nonostante gli sforzi immani di medici e operatori sanitari, non riesce a superare il gap che la separa da altri presìdi che invece garantiscono servizi qualitativamente efficienti. A dare il senso della difficoltà con cui i sanitari sono costretti a operare è il Pronto soccorso, porta d’accesso dello Jazzolino, che vive una perenne emergenza, con carichi di lavoro non più sostenibili. Il caos non accenna a diminuire neppure durante le ore notturne. Medici e infermieri sono costretti a lavorare al “cardio palma” per garantire i livelli essenziali di assistenza. «Con questa tensione – rileva un medico – rischiamo di sottovalutare persino la gravità di alcune patologie». Soprattutto in questo particolare periodo il reparto viene messo a dura prova dall’allarme coronavirus. E così il triage scoppia di gente. Il personale deve invece fare slalom incredibili mentre ogni malato urla la propria disperazione o si lamenta per l’attesa, il trattamento e la carenza di sanitari. «Ieri sera – commenta un paziente – c’era un solo medico e ho dovuto attendere ore prima di essere chiamato».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook