Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, fari accesi sull’uso del San Giovanni

Catanzaro, fari accesi sull’uso del San Giovanni

di
L’assessore alla Cultura chiede chiarimenti all’Umg su feste private nelle aree utilizzate dall’ateneo. Cardamone: «Evitare usi impropri». Riccio: i responsabili siano rimossi subito

Assume ormai i contorni del giallo il presunto utilizzo improprio di alcune aree del complesso monumentale del San Giovanni, sul quale ha acceso i riflettori il consigliere comunale Eugenio Riccio e in merito al quale il Comune ha chiesto chiarimenti. Nel suo mirino sono finite alcune feste private che sarebbero state organizzate da qualche circolo cittadino, lasciando poi evidenti tracce di degrado. Non solo, anche l’utilizzo della terrazza per parcheggiare le auto non sarebbe un fatto di cui andare orgogliosi, considerato che il sito avrebbe uno scopo panoramico e dovrebbe essere un elemento nevralgico del salotto buono del capoluogo.
La segnalazione non è passata inosservata a Palazzo De Nobili, dove l’assessore alla Cultura Ivan Cardamone ha subito scritto al rettore dell’Umg Giovambattista De Sarro, al direttore generale dell’Università e al direttore dell’Alta formazione in quanto l’area del terrazzo è stata data in concessione in comodato d’uso gratuito all’ateneo, nel 2016, per l’espletamento delle attività universitarie di Alta formazione.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook