Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Nicotera Marina, un paradiso verde da sottrarre alle cosche
LA VICENDA

Nicotera Marina, un paradiso verde da sottrarre alle cosche

di
La parabola dell’ex Villaggio Valtur, esempio di turismo ecosostenibile che ha solleticato gli appetiti della ‘ndrangheta

Un esempio di ecoturismo abbandonato, lasciato alla mercé del tempo, che porta addosso i colpi di oltre un decennio di degrado, sospeso tra il silenzio delle istituzioni e le mire speculative dietro cui – come emerso nella maxi inchiesta Scott Rinascita – si scorge l’ombra dei clan, o meglio del clan. Quello dei Mancuso di Limbadi. Alla parabola dell’ex Club Mediterranée e poi ex Villaggio Valtur si lega a Nicotera Marina quella di un originale «paesaggio-parco» diventato, a distanza di 50 anni dalla sua realizzazione, un ecosistema mediterraneo consolidato, tanto da essere riconosciuto nel 2019 dal Mibact come sito di particolare interesse paesaggistico e architettonico. Un vincolo “conquistato” dall’Associazione Pietro Porcinai che nel 2016, nel solco dell’eredità progettuale dell’architetto fiorentino, iniziava uno studio di questa realtà e lanciava l’allarme al fine di impedire la perdita irrimediabile della qualità del disegno originario di un sito che aveva anticipato, di ben mezzo secolo, l’idea di turismo ecosostenibile.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook