Giovedì, 29 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Miniera di sale di Belvedere Spinello, la chiusura dei pozzi preoccupa il Consiglio comunale
IL CASO

Miniera di sale di Belvedere Spinello, la chiusura dei pozzi preoccupa il Consiglio comunale

di
Timori e interrogativi sulla possibile fuoriuscita di salgemma
belvedere spinello, chiusura pozzi, miniera sale, Catanzaro, Cronaca
La miniera di sale di Belvedere Spinello

Nel momento in cui i pozzi verranno definitivamente chiusi e cementati dove si riverserà la salamoia? È il preoccupante interrogativo sollevato dai consiglieri comunali di Belvedere Spinello che all’unanimità (dei presenti) hanno votato una relazione nella quale mettono nero su bianco tutti i timori della comunità che amministrano riguardo la decisione di Eni-Rewind (la società erede di Syndial che ha gestito dal 1989 la miniera di salgemma) di chiudere i pozzi (TS4 - TS6 - TS20 - TS21 - TS36 - TS38 e TS51) della cosiddetta «vecchia e nuova miniera».
Sull’annunciata chiusura lo scorso primo aprile dei pozzi minerari del sito in fermo operativo dal 2008, si è sviluppato negli ultimi mesi un braccio di ferro tra l’amministrazione comunale del piccolo centro della Valle del Neto, guidata dal sindaco Rosario Macrì e la società del Gruppo Eni.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook