Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Scongiurata la dismissione del 118. Il presidio sanitario resta a Girifalco
SANITÀ

Scongiurata la dismissione del 118. Il presidio sanitario resta a Girifalco

di
La postazione di contrada Serra serve un bacino di ventimila abitanti
118, girifalco, Catanzaro, Cronaca
La postazione del 118 di Girifalco

La postazione Suem 118 resta a Girifalco. È stato scongiurato il rischio della sua dismissione che, nei mesi scorsi, aveva allarmato sia la popolazione di Girifalco che quella dell’intero comprensorio. Lo strategico servizio sanitario di contrada Serra, che serve un bacino territoriale vasto con almeno 20mila cittadini, resta a Girifalco. La puntualizzazione arriva dai vertici dell’Asp di Catanzaro. «Occorre chiarire il funzionamento dell’emergenza territoriale – si legge nella nota – che si compone delle Pet 118 così distribuite nei vari comuni: Catanzaro, Catanzaro Lido, Chiaravalle, Falerna, Girifalco, Isca sullo Ionio, Lamezia Terme, Maida, Montepaone Lido, Sellia Marina, Sersale, Soveria Mannelli, Taverna, Tiriolo. Queste Pet sono coordinate dalla Centrale operativa Seu 118 ubicata a Catanzaro nel presidio ospedaliero Pugliese. Inoltre - aggiungono - il sistema di emergenza urgenza è intimamente interconnesso, relativamente all’ambito territoriale di specifica competenza dell’Asp, con i pronto soccorsi di Lamezia Terme, Catanzaro, Soverato e Soveria Mannelli nonché con le rianimazioni di Lamezia e Catanzaro». Era stata la delibera di marzo scorso a mettere tutti in allarme sul rischio della cancellazione dell’importante presidio salva-vita.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook