Giovedì, 09 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Inchiesta Brooklyn a Catanzaro, la perizia della difesa: il materiale utilizzato è conforme
PONTE MORANDI

Inchiesta Brooklyn a Catanzaro, la perizia della difesa: il materiale utilizzato è conforme

di
Udienza davanti ai giudici del Riesame per l’inchiesta sul viadotto
Catanzaro, Cronaca
Il ponte Bisantis

«Il materiale utilizzato è conforme ai criteri richiesti dal capitolato d’appalto», così conclude la consulenza depositata ieri davanti al giudice del Riesame dal collegio difensivo nell’ambito dell’inchiesta Brooklyn. Arriva al vaglio dei giudici del Tdl l’inchiesta che ha portato al sequestro del ponte Morandi e all’arresto di quattro persone. Ieri sono stati discussi i ricorsi presentati per i due imprenditori Eugenio (a cui sono stati già concessi i domiciliari per motivi di salute) e Sebastiano Sgromo e Rosa Cavaliere. Corposa la documentazione depositata dal collegio difensivo. A partire dalla consulenza sui materiali utilizzati nei lavori sul ponte Morandi. Secondo l’accusa infatti nel corso dell’esecuzione di lavori sul secondo lotto del viadotto intitolato a Fausto Bisantis, per mere ragioni finanziarie sarebbe stata ultilizzata malta scadente che gli stessi indagati in alcuni intercettazioni definivano «una porcheria» e che richiedeva speciali lavorazioni, in particolare la bocciardatura a punti, non eseguita perché avrebbe comportato maggiori costi. Stando alla perizia fatta effettuare dal collegio difensivo le caratteristiche del materiale utilizzato sarebbero conformi a quello richiesto dal capitolato d’appalto.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook