Martedì, 25 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Azienda o multiutility. La partita politica sul futuro dell’acqua in Calabria

Azienda o multiutility. La partita politica sul futuro dell’acqua in Calabria

di

L’accelerazione sull’affidamento del servizio idrico calabrese, dopo anni di ritardi, è dovuta principalmente a due circostanze: le elezioni regionali del 3-4 ottobre che hanno sancito la vittoria di Roberto Occhiuto e la grande quantità di fondi in arrivo con il Pnrr. Lo scenario si è rapidamente evoluto nei giorni scorsi ed è diverso rispetto a quando, a maggio di quest’anno, la giunta regionale in regime di prorogatio ha emanato una delibera di indirizzo per verificare la possibilità di acquistare le quote private di Sorical e rendere la spa mista che gestisce le risorse idriche di cui interamente a capitale pubblico facendola uscire dalla liquidazione. Quell’atto, almeno finora, non ha avuto alcun seguito concreto anche perché è poi subentrata la fase elettorale, di recente invece sia dalla Cittadella che dall’Autorità idrica calabrese è arrivata una chiara indicazione rispetto alla creazione di un’Azienda speciale consortile da allargare sulla base della già esistente, benché in liquidazione, “Cosenza acque”.

L'articolo completo potete leggerlo nell'edizione cartacea

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook