Sabato, 29 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, la difficile situazione delle Case rifugio
LA PROBLEMATICA

Catanzaro, la difficile situazione delle Case rifugio

di
Il lockdown ha frenato le richieste d’aiuto: sono soltanto otto le donne ospitate nelle due strutture attive in città

Il lockdown ha frenato le richieste d’aiuto, ma i drammi vissuti dalle donne maltrattate sono tutt’altro che scomparsi e così, mentre neppure il lento ritorno alla normalità ha rimesso ancora in pista i livelli pre-pandemici, le realtà di soccorso e confronto attive sul territorio continuano a districarsi tra contatti e prese in carico. Due le case rifugio attive nel capoluogo di regione, Mondo Rosa legata al Centro calabrese di solidarietà e Refugium di Fondazione Città Solidale, ma a cambiare sono soltanto i numeri perché il contesto è sempre quello di una violenza acuita dalla pandemia che spaventa talmente tanto le donne da farle spesso rinunciare a quella mano tesa che può portarle fuori dal tunnel restituendo loro una dimensione di rispetto e dignità. E così al momento, divise equamente tra le due case rifugio, sono otto le donne ospitate. Sei invece i bambini attualmente compresi in un percorso di aiuto che riguarda le mamme e di riflesso anche loro, ma se i calcoli si estendono a quelli ospitati durante tutto l’anno si arriva a dieci soltanto tra le mura di Mondo Rosa. E gli ingressi sono pure diminuiti quindi nulla esclude che molti altri bimbi stiano vivendo a casa loro in un clima di terrore.

A far notare il calo degli ingressi è Gabriella del Centro Mondo Rosa che accende i riflettori proprio sulle difficoltà che, soprattutto visto il periodo, le donne incontrano quando decidono di chiedere aiuto e di uscire dal loro contesto abitativo. Importante resta però di quelle che telefonano anche soltanto per raccontare la propria storia e ottenere informazioni sui sostegni riservati alle donne maltrattate. Sessantaquattro le chiamate raccolte nel 2021, mentre 80 sono arrivate nel corso del 2020 sospinte probabilmente dai primi due mesi di sostanziale normalità. Sono i dati di Mondo Rosa, una realtà che nel 2019 è stata contattata da 117 donne e ne ha prese in carico 40, ben 14 in più delle 26 di quest’anno.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook