Sabato, 29 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Assolti per la morte di una 19enne sul lungomare di Nocera
DECISIONE

Assolti per la morte di una 19enne sul lungomare di Nocera

di
Sentenza della Corte d’Appello sul caso della giovane Antonella Vergori deceduta per il malfuzionamento del defibrillatore
Catanzaro, Cronaca
Antonella Vergori

Due assoluzioni per non avere commesso il fatto e un non doversi procedere per intervenuta prescrizione. Questa la sentenza della Corte d’Appello di Catanzaro per la drammatica morte di Antonella Vergori, la 19enne, che nell’agosto del 2008 ebbe un malore sul lungomare di Nocera Terinese, l’intervento del 118 si rivelò vano perché il defibrillatore era scarico e inutilizzabile. Ieri la Corte catanzarese (presidente Loredana De Franco e a latere Adriana Pezzo e Ippolita Luzzo) ha assolto con formula piena l’infermiere intervenuto con l’ambulanza Napoleone Stella e l’ex direttore sanitario dell’Asp di Catanzaro Maurizio Rocca difeso dell'avvocato Salvatore Staiano, sostituito in udienza dal collega Vincenzo Maiolo Staiano che per la delicatezza della posizione professionale si è avvalso anche della collaborazione dell'avvocato Giuseppe Mussari. I giudici hanno invece dichiarato la prescrizione per Francesco Rotolo titolare dell’azienda convenzionata con l’Asp. Quest’ultimo è stato però condannato al pagamento delle spese processuali sostenute dai parenti della ragazza e dall’associazione Codici che si sono costituiti parte civile nel processo. Il primo grado invece era terminato con la condanna dei tre imputati.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook