Sabato, 21 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Nicotera, il ritorno in classe riprende a pieno ritmo. Tante iniziative in campo
LE ATTIVITA'

Nicotera, il ritorno in classe riprende a pieno ritmo. Tante iniziative in campo

di

Rientrati in classe dopo le festività natalizie, riprendono a pieno ritmo le attività del Liceo classico "Bruno Vinci" a Nicotera nel Vibonese. Alunni e docenti, infatti, stanno lavorando per promuovere numerosi progetti che si svolgeranno nella seconda parte dell’anno scolastico. Diverse le idee in cantiere, ad iniziare dalla "Giornata della Memoria". Per l'occasione, l'istituto ha organizzato "La responsabilità della memoria ed il peso dell'indifferenza", alcune giornate dedicate a dibattiti e incontri sul tema dell'indifferenza ieri e oggi, durante le quali i ragazzi impegneranno le loro abilità e potenzialità per crescere culturalmente e socialmente, acquisire responsabilità ed autonomia, formandosi, così, alla cittadinanza e alla vita democratica.

Per l’occasione, il 2 febbraio, è in programma un interessante incontro con Edith Bruck, superstite della Shoah e autrice del "Il pane perduto", insignito del Premio Strega Giovani 2021. Di origine ungherese, la Bruck è nata in una numerosa famiglia ebrea. Nel 1944 viene deportata ad Auschwitz e poi nei campi di Dachau e Bergen-Belsen. Sopravvissuta alla deportazione, giunge in Italia dove si stabilisce a Roma. Una preziosa fucina l’istituto del dirigente scolastico Marisa Piro, nonchè centro propulsore di molteplici occasioni di sperimentazione ed iniziative durante le quali gli alunni diventano veri protagonisti della scuola. Ne sono esempio le attività di "didattica alternativa" interamente proposte dagli alunni delle quinte classi. Anche negli ultimi giorni di scuola prima delle vacanze, gli studenti si sono cimentati nell'organizzazione di caffè letterario e filosofico, cineforum, esperimenti scientifici, "English for fun" e talent show.

Il liceo nicoterese si dimostra, così, ancora una volta, una scuola aperta alle sfide della modernità, che percorre con coraggio nuovi scenari, che affascina, che stupisce con la preziosità del mondo classico e che gratifica le eccellenze, grazie al premio “Francesco Raimondo - Giuseppina Marcianó educatori”. Anche quest'anno, infatti, alla presenza del presidente di “Proposte”, Nicola Di Bella e della vice presidente Anna Rascaglia, la famiglia Raimondo ha consegnato il premio in denaro agli alunni più meritevoli dell'anno scolastico 2020-2021.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook