Venerdì, 20 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Sant’Onofrio, Pezzo resta in sella. Il Tar rigetta il ricorso dell’ex sindaco
SENTENZA

Sant’Onofrio, Pezzo resta in sella. Il Tar rigetta il ricorso dell’ex sindaco

di
Confermata la vittoria della lista civica capeggiata dall’attuale primo cittadino. Maragò condannato a pagare le spese a favore del Comune
Sant’Onofrio, sindaco, Catanzaro, Cronaca
Il Comune di Sant'Onofrio

Se non è una Caporetto, poco ci manca. Ma tant’è, il pronunciamento della prima sezione del Tar Calabria non lascia adito a dubbi: il tentativo del gruppo di minoranza “Tre Spighe” di rimettere in discussione l’esito della recente consultazione elettorale per il rinnovo dell’amministrazione comunale è palesemente naufragato.
Con la pubblicazione della sentenza dello scorso 19 gennaio, infatti, il collegio giudicante del massimo organo giurisdizionale amministrativo regionale, composto da Giancarlo Pennetti (presidente), Francesca Goggiamani e Domenico Gaglioti, dichiara «infondato» il ricorso a suo tempo presentato contro il Comune di Sant’Onofrio, la Prefettura di Vibo Valentia ed il Ministero dell’Interno. Condannando altresì l’ex sindaco Onofrio Maragò, nella sua qualità di ricorrente, al «rimborso delle spese di lite in favore del comune di Sant’Onofrio per complessivi 3300 euro» oltre al «rimborso forfettario delle spese legali».
La sentenza riafferma quindi il responso popolare che peraltro in modo inequivocabile aveva segnato la vittoria, con ben 118 voti di scarto, della compagine “Coraggio Sant’Onofrio” guidata dall’attuale sindaco Antonino Pezzo sulla lista concorrente delle “Tre Spighe”.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook